Ci sarà tempo fino al 15 dicembre 2016 per iscriversi alla prima edizione del Corso di alta formazione in Welfare Community Manager, organizzato dall’Università di Bologna in collaborazione con Aiccon. 

I modelli di welfare hanno subito una vera e propria rivoluzione: si è passati da una logica assistenziale ad una partecipativa e generativa. Non è più solo lo welfare-aziendaleStato ad erogare i servizi essenziali ai cittadini, c’è al contrario un maggiore coinvolgimento degli enti locali e delle organizzazioni non profit. Il corso intende formare una nuova figura professionale, ovvero il Welfare community manager, che dovrà interpretare i nuovi bisogni sociali ed effettuare investimenti ed innovazioni ad alto impatto sociale. I nuovi manager del settore del welfare saranno chiamati inoltre ad agire in una logica collaborativa, coinvolgendo gli shakeholder e le migliori esperienze locali.
Le lezioni si svolgeranno da marzo 2017 a giugno 2017 e si svilupperà in 60 ore di lezione in aula (venerdì 9:00-13:00; 14:00- 19:00 – sabato 9:00-14:00) una volta al mese. Il corso è a numero chiuso: il numero minimo di iscritti per l’attivazione è di 15 persone, mentre il numero massimo è di 40.
I partecipanti verranno scelti in base alla valutazione del curriculum vitae e delle eventuali pubblicazioni presentate all’atto dell’iscrizione dal candidato.
Per ulteriori informazioni potete consultare il bando.