Test autovalutazione venditoreL’esercizio che propongo quest’oggi è piuttosto semplice. Tuttavia richiede un po’ di attenzione e concentrazione poiché consente di verificare se, rispetto ad alcune competenze, siamo abbastanza padroni delle stesse e, soprattutto, se riconosciamo quali rientrino nella sfera delle caratteristiche della persona da quelle che in modo più diretto caratterizzano una fase della vendita.

Occorre munirsi di carta e penna, ciò che è scritto rimane sempre come memoria e come tempo di verifica, e tracciare sei colonne.

La prima indica alcune competenze: empatia, accoglienza, assistenza, affidabilità, elasticità e intelligenza comportamentale, attenzione ai dettagli, professionalità, disponibilità personale, discrezione, organizzazione ed efficienza nell’erogazione del servizio.

Nella seconda colonna date un contenuto alle competenze descritte. Di cosa si tratta? Cosa richiedono concretamente?

Terza colonna: annotate accanto ad ogni competenza se la stessa rientra nelle vostre qualità come persona o come venditore. Conclusa questa fase, se esaminate bene il foglio appena compilato, non vi sfuggirà di osservazione di qualche sorpresa.

Nella quarta, quinta e sesta colonna, rispettivamente denominate scarsa, sufficiente, ottima, attribuitevi un valore, basta una semplice “x”. E il gioco è fatto!

Visualizzate bene il foglio appena compilato: ed ecco una prima mappa delle competenze, dei vostri punti di forza, come delle vostre aree deboli. Da qui, attraverso il Piano d’Azione Individuale, inizia un novo gioco: quello della crescita e dello sviluppo.

Se poi vi piace confrontarvi con colleghi o altre persone da voi ritenute esperte, ad esercizio concluso, provate a chiedere al vostro interlocutore dove vi collocherebbe per ciascuna competenza. Si sa: quattro occhi vedono meglio di due!