Il Consiglio dei Ministri ha approvato questa mattina nuove misure urgenti per le popolazioni colpite dal terremoto del Centro Italia. 

Come sappiamo il sisma ha causato danni enormi anche agli agricoltori, distruggendo le stalle e le attrezzature di lavoro e privando i produttori della corrente latte accordoelettrica fondamentale per portare avanti l’attività agricola. Per questo motivo il Governo ha deciso di intervenire dirottando risorse verso il comparto agroalimentare e prevedendo agevolazioni per i giovani agricoltori.
Dopo il via libera ricevuto da Bruxelles la settimana scorsa, il Consiglio dei Ministri ha stanziato 35 milioni per il settore zootecnico delle regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo. Queste risorse andranno a colmare il mancato reddito dei produttori.
Nello specifico la misura prevede 400 euro per ogni capo bovino, 60 euro per gli ovicaprini ed altri aiuti per i suinicoltori. Il settore equino, inoltre, beneficerà di 2 milioni di euro.

Sono previste poi delle agevolazioni per i giovani agricoltori. Verranno concessi, infatti, dei mutui a tasso zero per le imprese agricole a composizione prevalente o totale under 35, con l’obiettivo di favorire il ricambio generazionale. Viene esteso poi il Fondo di solidarietà nazionale anche a quelle aziende che hanno sottoscritto polizze assicurative agevolate a copertura dei rischi.
Attraverso il suddetto fondo gli agricoltori potranno beneficiare dell’erogazione di contributi in conto capitale fino all’80% del danno sulla produzione lorda vendibile ordinaria, dell’attivazione di prestiti ad ammortamento quinquennale per le maggiori esigenze di conduzione aziendale, della proroga delle rate delle operazioni di credito in scadenza, dell’esonero parziale dal pagamento dei contributi previdenziali ed assistenziali propri e dei propri dipendenti e dell’ottenimento di contributi in conto capitale per il ripristino delle strutture aziendali danneggiate e per la ricostituzione delle scorte eventualmente compromesse o distrutte.
La misura riguarda anche gli agricoltori che sono stati danneggiati dal maltempo nel mese di gennaio 2017.
Il Ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, sottolinea infine che le Regioni effettueranno delle semplificazioni burocratiche per l’acquisto delle stalle mobili e dei moduli abitativi.