Le deleghe in materia di politiche giovanili e di servizio civile nazionale e universale sono state affidate al Sottosegretario di Stato Luigi Bobba e mentre per quella per l’integrazione è stato conferita Sottosegretario di Stato Franca Biondelli.

Lo comunica il Ministero del Lavoro che specifica come il Consiglio dei Ministri abbia deciso di conferire le deleghe al ministro Poletti, il quale ha successivamente ha affidato l’incarico ai sottosegretari Bobba e Biondelli.
swg-cooperativeL’assenza di una delega politica per l’attuazione della riforma del Terzo settore aveva causato gravi inadempimenti nella macchina amministrativa legata al servizio civile. Da mesi, ad esempio, i volontari lamentano il mancato pagamento dei 433,80 euro mensili dovuti per l’attività svolta.
La motivazione dell’inadempimento è da ricercare proprio nell’assenza delle delega in materia di servizio civile. Una volta effettuato questo passo arriveranno anche i rimborsi.
Mercoledì scorso, infatti, il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale ha comunicato le date dei pagamenti: domani sarà il turno dei volontari che svolgono il servizio civile in Italia, l’8 marzo toccherà a chi si trova all’estero ed il 9 marzo, infine, saranno pagati i volontari che operano all’interno del programma Garanzia Giovani.

La scelta del Consiglio dei Ministri di affidare le deleghe al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali significa dare continuità all’attività svolta da chi è speso per l’approvazione della riforma del Terzo settore e dei suoi decreti attuativi. La speranza, adesso, è che si possano velocizzare anche i tempi di pubblicazione degli altri decreti, dal momento da maggio ad oggi l’unico decreto che ha visto la luce è quello sul servizio civile universale.
Anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha accolto con soddisfazione le ultime novità sul non profit, sottolineando l’importanza che può avere il volontariato tra le giovani generazioni: “Il volontariato riconduce – ha dichiarato Mattarella nel corso di un incontro organizzato dal Centro nazionale del volontariato – a parole e concetti importanti: gratuità, generosità, impegno. Testimoniare questi valori costitutivi della società è anche un modo per comunicarli ai più giovani e fare in modo che possano essere trasmessi anche a loro”.