close
Breaking news

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); La presentazion...read more (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Nel 2018 dovreb...read more (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Il neo presiden...read more

Save the Children: gravi insufficienze in matematica e lettura per gli studenti italiani

Il rapporto “Illuminiamo il futuro 2030” pubblicato da Save the Children mostra un quadro educativo inquietante per gli studenti italiani. Secondo l’indagine effettuata dall’associazione umanitaria, un ragazzo su quattro, di età compresa tra i 6 ed i 17 anni, presenta gravi insufficienze in matematica ed uno su cinque è al di sotto della soglia minima di sufficienza in lettura.

Sono deficienze importanti e difficili da colmare quando uno studente intraprende la carriera universitaria e successivamente quella lavorativa. La situazione diventa ancora più preoccupante quando aumenta il livello di povertà dei ragazzi.
Tra quelli che vivono in condizioni di povertà assoluta (13,8% dei minori), il 36% presenta gravi insufficienze in matematica ed il 29% in lettura. Al Mezzogiorno, dove il reddito classe-banchimedio è più basso rispetto al resto d’Italia, la percentuale di studenti al di sotto della soglia minima di sufficienza in matematica e lettura arriva rispettivamente al 44% e al 42%.
Le scarse competenze dei bambini in questi due aspetti chiave dell’apprendimento adolescenziale limita le capacità creative e le aspirazioni degli studenti.
Per questo motivo, secondo Save the Children, entro il 2030 il sistema scolastico italiano dovrà portare tutti i ragazzi di 15 anni ad avere competenze sufficienti in matematica e lettura. Non si parla di semplice riduzione della percentuale di insufficienze ma di vero e proprio azzeramento, a testimonianza della rilevanza che assumono queste deficienze nella vita di un adolescente.
Il rapporto “Illuminiamo il futuro 2030” si concentra anche sui servizi offerti dalle scuole ai bambini, anche questi ultimi insufficienti. Secondo Save the Children entro il 2030 tutte le scuole devono essere dotate di attività extracurriculari e di un servizio mensa di qualità e gratuito per gli studenti più poveri, oltre ad una connessione internet a banda larga, elemento al momento assente nel 28% delle scuole italiane.

 

 

Tag:, , ,

No Comments

Scrivi un commento, alimenta la discussione

Story Page