L’Assessorato al Lavoro della Regione Sardegna ha pubblicato un avviso rivolto alle imprese cooperative per l’accesso ai finanziamenti del Fondo per lo sviluppo del sistema cooperativistico in Sardegna. 

Come esplicitato nel bando, la Regione Sardegna ritiene la cooperazione uno strumento fondamentale per il progresso socio-economico dell’Isola e per questo intende promuovere la nascita di nuove coop e lo sviluppo di quelle già esistenti. Di qui la scelta di istituire un Fondo per le imprese cooperative e di potenziare in particolare le risorse a favore dei workers buyout.
L’obiettivo principale dell’avviso è agevolare il processo di capitalizzazione delle imprese sarde, facilitando la crescita del patrimonio netto. Le cooperative vincitrici del bando potranno beneficiare di un prestito partecipativo, ovvero quello strumento finanziario che consente alla società cooperativa di ottenere, sin dall’inizio, le risorse finanziarie necessarie per l’attuazione di un programma di investimento che deve prevedere obbligatoriamente anche l’incremento del livello di capitalizzazione della cooperativa. Al momento della stipula del contratto i soci della coop devono assumersi l’obbligo di rimborsare la cifra erogata dal Fondo alla cooperativa.

welfare-aziendalePossono partecipare all’iniziativa le cooperative, anche ne-costituite, o costituende che abbiano sede operativa in Sardegna, e i workers buyout, ovvero quelle coop nate sotto l’impulso dei lavoratori in seguito al fallimento di società di capitali.
Ciascun partecipante dovrà presentare un piano di investimento accompagnato da un progetto di capitalizzazione.
Per quanto riguarda, invece, i settori di appartenenza delle coop, queste ultime devono essere attive in uno dei seguenti ambiti:

  • turismo;
  • attività di biblioteche, archivi, gestione aree archeologiche, musei ed altre attività culturali;
  • tutela dell’ambiente;
  • energie rinnovabili;
  • welfare;
  • manifatturiero;
  • ICT (servizi multimediali, informazione e comunicazione).

Quanto infine all’entità del finanziamento, il prestito partecipativo sarà di minimo 21.000 euro e massimo 120.000 per le cooperative esistenti, anche neo-costituite, o costituende, mentre sarà di 50mila euro per ogni socio-lavoratore per i workers buyout.
Per la ricezione delle domande si seguirà la procedura a sportello. Le richieste possono essere presentate tramite PEC all’indirizzo fondofse.sfirs@legalmail.it oppure tramite raccomandata all’indirizzo “Fondo per lo sviluppo del sistema cooperativistico in Sardegna FSE c/o SFIRS S.p.A. Via Santa Margherita, 4 – 09124 Cagliari”.