Il ricchissimo programma del Festival Nazionale dell’Economia Civile 2021

“Alla ricerca di senso. Persone, lavoro, relazioni”. Sarà questo il tema centrale del Festival Nazionale dell’Economia Civile 2021. L’iniziativa, che si svolgerà a Firenze dal 24 al 26 settembre, arriva in un momento cruciale per il futuro del mondo del Terzo settore. Ci apprestiamo a vivere, infatti, un periodo storico in cui valori come la solidarietà, la cooperazione e la sostenibilità, che hanno da sempre contraddistinto il Non profit, saranno al centro – o almeno si spera – dell’Italia post pandemica. Quale luogo migliore allora del Festival dell’Economia Civile per discutere di questi temi? A farlo saranno esponenti importanti del mondo dell’università e delle istituzioni, imprenditori, giornalisti, rappresentanti dell’associazionismo e delle organizzazioni del terzo settore.

Anche Draghi al Festival dell’Economia Civile

Dopo aver visto nelle passate edizioni la partecipazione, tra gli altri, dell’allora Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, del Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, quest’anno il programma del Festival è, se possibile, ancora più ricco. Si comincia venerdì 24 settembre, alle ore 11:30, con un panel sulla transizione ecologica e la digitalizzazione al quale parteciperà il Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, Enrico Giovannini.

Subito dopo, sempre venerdì 24 settembre alle ore 12:15, spazio al tema delle comunità resilienti ai tempi del Covid. Nell’ultimo anno e mezzo, i nostri territori hanno dimostrato di saper resistere alle crisi grazie soprattutto al contributo del Terzo settore e alla straordinaria capacità di resilienza degli italiani, in tutti i settori. Di questo tema si parlerà insieme al Ministro del Lavoro, Andrea Orlando, alla presidente di Banca Etica, Anna Fasano, alla Dirigente Generale del Dipartimento per le Statistiche Sociali e Ambientali dell’Istat, Linda Laura Sabbadini e al Direttore di Federcasse e del Fondo di Garanzia degli Obbligazionisti del Credito Cooperativo, Sergio Gatti.

Sostenibilità ambientale significa anche dare la possibilità ad un maggior numero di persone di partecipare in maniera positiva allo sviluppo della nostra società. Quando parliamo di Green Deal dobbiamo parlare allora anche di Social Deal. I nuovi modelli di sviluppo sostenibile infatti devono migliorare il benessere generale delle classi sociali e creare nuove opportunità di lavoro. 
Il Festival dell’Economia Civile affronterà questo argomento in un panel che si terrà venerdì 24 settembre, alle ore 15:15, nel corso del quale interverrà anche il ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, e la Presidente Commissione Affari Economici e Monetari del Parlamento Europeo, Irene Tinagli.

Tra gli appuntamenti da non perdere c’è anche ovviamente il panel sulla scuola, in programma sabato 25 settembre alle ore 10:00, che vedrà la partecipazione del Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi che proprio in queste ore sta presentando il piano per la ripresa in presenza delle attività scolastiche.

Il Festival si concluderà poi domenica mattina con una tavola rotonda sul Next Generation Ue nel corso della quale saranno presentati i desideri, le aspirazioni e le proposte dei giovani delle scuole superiori. A ricevere queste idee e suggestioni ci sarà anche il premier Mario Draghi.

I relatori dell’ultimo panel del Festival Nazionale dell’Economia Civile 2021

Scrivi un commento, alimenta la discussione