Dieci storie di rigenerazione urbana raccontate all’interno di un’unica pubblicazione. 

La collana editoriale Newfabric di Pacini Editore ha lanciato la call PRiNT, rivolta a operatori del settore pubblico, enti del terzo settore e della società civile o gruppi informali che hanno portato avanti progetti di rigenerazione territoriale.
Il bando intende stimolare il discorso pubblico sull’innovazione sociale fornendo spunti teorici e pratici a chi vuole sviluppare progetti rigenerativi. L’intento della call rigenerazione-urbanaè fornire, dunque, un contributo attivo alle politiche di sviluppo delle comunità locali, soprattutto quelle incentrate sulla fiducia e le relazioni collaborative.
Nella scelta dei progetti verranno selezionati quelli che hanno portato un significativo cambiamento sociale, culturale ed economico ai territori di riferimento. Si privilegerà quei racconti che daranno spazio non solo al progetto in sé ma anche al pensiero che ha ispirato l’azione di rigenerazione.

Oggi le città, anche e soprattutto nelle zone abbandonate, possono rappresentare luoghi di incontro e di creazione di valore. Non parliamo solo di ricchezza economica, ma di relazioni umane e sociali, anch’esse in grado di produrre valore misurabile.
Diffondere, dunque, le esperienze migliori in tema di rigenerazione urbana significa promuovere un modello di sviluppo più inclusivo, partecipativo e radicato sul territorio, un sistema di co-produzione che è il presente ed il futuro delle comunità locali.

I partecipanti (persone singole, associazioni, cooperative, consorzi, fondazioni, enti pubblici ed enti di ricerca) dovranno inviare una cartella di 2.000 battute spazi inclusi entro il 31/01/2017 all’indirizzo newfabric@pacinieditore.it. Insieme al contributo scritto i partecipanti potranno decidere di inviare massimo 10 foto ritenute significative per il racconto.
I progetti verranno valutati in base alla loro originalità, alla coerenza tra i principi ispiratori e l’effettiva realizzazione del progetto, il livello di coinvolgimento dei portatori d’interesse del progetto ed il grado di rigenerazione e di impatto sociale nella comunità di riferimento.