Mutualita-al-sud è un bando di Fondazione Con il Sud che mette a disposizione fino a 300.000 euro per progetti di mutualità sociale. 

L’iniziativa è rivolta sia ad organizzazioni non profit che ad enti pubblici e società for profit. Nello specifico l’iniziativa si rivolge a partenariati pubblico-privati composti per almeno il 60% da organizzazioni non profit e per un minimo del 10% da enti pubblici e profit.
italia-4-0Il progetto dovrà svolgersi inoltre in un territorio di almeno 200.000 abitanti e composto da più comuni. L’avviso specifica inoltre che il territorio scelto deve avere un chiaro profilo identitario dal punto di vista sociale e culturale.
La Fondazione Con il Sud ha deciso di indire questo bando preso atto della grave crisi che sta attraversando il settore del welfare che colpisce inevitabilmente le fasce deboli ed i territori periferici. La dilagante precarietà reddituale e relazionale portano però ad una riscoperta della mutualità, per come era intesa tra fine Ottocento ed inizio Novecento, quando cioè nascevano le prime società di mutuo soccorso.
Oggi nelle comunità locali le imprese, le associazioni e le istituzioni decidono di collaborare per assicurare ai cittadini quei servizi essenziali che spesso lo Stato non è in grado di fornire. Assistiamo allora al proliferare delle cooperative di comunità e ad esperimenti di welfare partecipato e generativo.
La Fondazione Con il Sud intende promuovere queste esperienze ed indice il bando Mutualità al Sud con l’obiettivo di:

  • promuovere una nuova cultura della protezione sociale, attraverso le esperienze della mutualità territoriale, intesa come forma di collaborazione fondata sulla reciprocità nell’assistenza, nella tutela, nell’aiuto;
  • individuare e sostenere un territorio nel Sud Italia, al fine di sperimentarvi un modello flessibile di mutualità territoriale, applicabile a individui, gruppi, organizzazioni. Il modello dovrà dimostrarsi sostenibile nel tempo, capace di rispondere ai bisogni di differenti target e non dovrà generare relazioni d’aiuto asimmetriche o volte al profitto;
  • verificare la sostenibilità di un nuovo modello di mutualità territoriale direttamente sui territori, garantendo ai soggetti beneficiari una quota di risorse per soddisfare le condizioni di partenza necessarie per iniziare la sperimentazione.

Le domande di partecipazione dovranno essere presentate entro e non oltre le ore 12:00 del 28 febbraio 2017.