close
Breaking news

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); La presentazion...read more (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Nel 2018 dovreb...read more (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Il neo presiden...read more

Nel 2018 la spesa di ortofrutta supererà quella della carne

frutta messico

Nel 2018 dovrebbe arrivare un sorpasso storico nel carrello della spesa degli italiani: la quantità di ortofrutta acquistata supererà quella della carne. 

A rivelarlo è un’indagine della società di consulenza Prometeia che ha analizzato la composizione dei consumi degli italiani e le possibili evoluzioni.
frutta messicoNegli ultimi anni c’è stato un crollo degli acquisti di carne e salumi, anche per effetto dei numerosi allarmi sanitari come quello lanciato dall’Oms un paio di mesi fa. Di converso cresce la quantità di frutta e verdura acquistata dai consumatori.
Un trend che, secondo Prometeia, dovrebbe portare nel 2018 ad un sorpasso della verdura sulla carne.
Si tratta di una tendenza che riflette in pieno il cambiamento nei comportamenti dei consumatori italiani, sempre più attenti alla salute e alla sicurezza alimentare. Lo testimonia anche il fatto che nel 2015 sia cresciuta la quantità di prodotti biologici e freschi acquistati dagli italiani.

Se ci soffermiamo, invece, sui dati aggregati, nell’ultimo anno i consumi sono tornati ad aumentare, con una variazione positiva dell’1,1% su base annua ed una spesa complessiva di 940 milardi.
I comparti con una crescita più sostenuta sono i trasporti (+5,5%), l’istruzione (+2,7%) e  la ricreazione e la cultura (+2,4%). Nonostante il miglioramento nel carrello della spesa degli italiani siamo ancora lontani, però, dai livelli pre-crisi come dimostra un’elaborazione di Confesercenti sui dati Istat.
Nel periodo che va dal 2010 al 2015 c’è stata, infatti, una variazione negativa dei consumi che attraversa tutti i settori, fatta eccezione per i comparti delle comunicazioni, abitazione, acqua, elettricità e gas e l’istruzione.

Tag:, , , ,

No Comments

Scrivi un commento, alimenta la discussione

Story Page