Now Reading: Ministero del Lavoro: aumentano le ispezioni ed il tasso di irregolarità

Loading
svg
Open

Ministero del Lavoro: aumentano le ispezioni ed il tasso di irregolarità

12 Febbraio 20162 min read

La Direzione Generale per l’Attività Ispettiva nell’ambito della riunione della Commissione centrale di coordinamento dell’attività di vigilanza, presieduta dal Sottosegretario Luigi Bobba, ha comunicato i dati sui risultati dell’attività ispettiva sui luoghi di lavoro nel 2015.

Come riportato dal Ministero del Lavoro, nell’anno appena trascorso è aumentato il numero di ispezioni effettuate e parallelamente è cresciuta anche la quantità di irregolarità rilevate.
Nel 2015 sono state realizzate, per la precisione, 145.697 ispezioni, a fronte di 140.173 dell’anno precedente alle quali vanno aggiunti anche 8.613 accertamenti in lavoro nero agricolturamateria di Cassa Integrazione Guadagni, anche in deroga, di contratti di solidarietà e di patronati.
C’è stato, dunque, un aumento dei controlli di oltre 5.000 unità.
Impressiona il numero di rapporti lavorativi irregolari riscontrati. Sono, infatti, 85.981 i casi in cui sono stati contestati illeciti “sostanziali” in materia di lavoro e legislazione sociale o di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, corrispondenti a circa il 60% delle ispezioni effettuate.
Rispetto all’anno precedente c’è stato un sostanziale aumento, se pensiamo che nel 2014 il rapporto tra controlli ed irregolarità rilevate era del 53%.

Aumenta anche il numero di lavoratori irregolari, passati da 73.508 nel 2014 a 78.298 nel 2015. Tra gli irregolari spiccano i lavoratori trovati “in nero” che rappresentano oltre il 53% del totale.
Uno dei problemi più gravosi nell’ambito del lavoro, specie in quello agricolo, è il caporalato. Recentemente il Governo ha varato una serie di misure di contrasto al fenomeno del caporalato, prevedendo l’istituzione delle rete del lavoro agricolo di qualità, ovvero un sistema che fornisce una sorta di “bollino etico” alle aziende che rispettano i contratti di lavoro.
I risultati, però, fin qui non sono stati eccelsi, con poche aziende che sono riuscite ad entrare a far parte della rete.
Come evidenziato dal Ministero del Lavoro, nel settore agricolo sono state effettuate 8.662 ispezioni a fronte dei 5.434 accertamenti del 2014 (+59,40%). All’esito di tali controlli sono stati riscontrati 6.153 lavoratori irregolari di cui 3.629 “in nero”. Sono stati inoltre accertati 713 fenomeni riconducibili alla interposizione di manodopera e al caporalato.

Sostieni la voce libera della cooperazione

Cari lettori e sostenitori della cooperazione,

Cooperative Italia è nato con una missione chiara: offrire una piattaforma informativa dedicata ai temi della cooperazione, economia, lavoro, agricoltura, terzo settore, innovazione sociale e innovazione d'impresa. Da sempre, ci impegniamo a fornire contenuti accurati, approfonditi e imparziali, perché crediamo in un media libero e indipendente.

Se condividete la nostra visione e la nostra passione, vi invitiamo a sostenerci. Ogni contributo, anche il più piccolo, fa la differenza.

svg

What do you think?

Show comments / Leave a comment

Leave a reply

svg