Now Reading: Latte, Martina: i consumatori vogliono l’etichetta d’origine

Loading
svg
Open

Latte, Martina: i consumatori vogliono l’etichetta d’origine

9 Maggio 20162 min read

La crisi del latte è ancora lontana da una soluzione, ma negli ultimi mesi sono stati fatti diversi passi in avanti. 

A dichiararlo è il ministro delle Politiche Agricole, Ambientali e Forestali, Maurizio Martina, nel corso di un’intervista rilasciata al quotidiano La Stampa. Secondo Martina è necessario portare avanti un patto di filiera con un accordo sui prezzi di conferimento e sull’etichettatura dei maurizio martina iranprodotti che avvantaggi sia i produttori che le industrie di trasformazione: “In queste settimane non solo i produttori ma anche una parte importante dell’industria lattiera e della cooperazione hanno ragionato sull’importanza di questo tema e sulla necessità di unire le forze”.
Una battaglia fondamentale si giocherà a livello europeo nella prossima riunione del Consiglio dei Ministri dell’Agricoltura Ue prevista per giugno, quando l’Italia spingerà per un cambiamento delle norme sull’etichetta d’origine dei prodotti.

“C‘è una battaglia europea da condurre – dichiara Martina – perché si sblocchi questa partita a livello comunitario. Ci sono alcune analisi economiche che mostrano come il valore aggiunto del Made in Italy 100% può essere strategico per il rilancio dei consumi. E ci sono passi che possiamo provare a determinare in ambito nazionale. Da un’indagine demoscopica commissionata da Ismea, infatti, il 67% degli italiani intervistati si dichiara disposto a pagare dal 5 al 20% in più per un prodotto lattiero caseario che abbia chiara in etichetta la sua origine italiana. In un periodo di calo delle vendite questo può diventare uno strumento in più“.
Tra le proposte messe in campo dal ministero delle Politiche Agricole c’è l’acquisto delle quote latte in eccesso da destinare agli indigenti. Un’iniziativa che Martina rilancerà in sede europea, come parziale soluzione alla sovraproduzione. Tra i possibili interventi c’è anche la costituzione di un’Ocm per il latte sul modello di quella esistente per il vino, ovvero una misura europea che concederebbe finanziamenti e contributi ai produttori lattiero-caseari.

Sostieni la voce libera della cooperazione

Cari lettori e sostenitori della cooperazione,

Cooperative Italia è nato con una missione chiara: offrire una piattaforma informativa dedicata ai temi della cooperazione, economia, lavoro, agricoltura, terzo settore, innovazione sociale e innovazione d'impresa. Da sempre, ci impegniamo a fornire contenuti accurati, approfonditi e imparziali, perché crediamo in un media libero e indipendente.

Se condividete la nostra visione e la nostra passione, vi invitiamo a sostenerci. Ogni contributo, anche il più piccolo, fa la differenza.

svg

What do you think?

Show comments / Leave a comment

Leave a reply

svg