Qualche anno fa (forse neanche troppi) il primo passo o la prima parola di un figlio erano vissuti come il momento di maggiore gioia per un genitore. 
Adesso la situazione è parzialmente cambiata. Intendiamoci: sono ancora momenti indimenticabili nella vita di un padre o di un madre, ma ci sono motivi di maggiore soddisfazione. 

Sarà per la crisi occupazionale che continua a tormentare l’Italia, ma l’aspetto della vita dei propri figli che rende maggiormente orgogliosi i genitori è la firma del primo genitori-lavorocontratto di lavoro. Secondo un’indagine condotta da LinkedIn, il 49% dei genitori interpellati è felice del lavoro del proprio figlio più che della laurea (43%) e del loro primo passo (38%). Ci sono paesi come la Gran Bretagna dove questo particolare primato spetta, in maniera assolutamente bizzarra, al conseguimento della patente di guida.
In Italia evidentemente il contesto sociale è diverso. C’è grande attenzione e volontà di informasi sull’attività lavorativa dei propri figli, il che porta i genitori a sostenere – difficile dire se audacemente o meno – che potrebbero tranquillamente svolgere le mansioni dei figli per qualche ora, tanto è grande la conoscenza della loro attività lavorativa.

Questa “simbiosi familiare” la vediamo del resto anche nella vita privata, se è vero che il 67% dei giovani vive ancora con i genitori, attestandosi ben 20 punti percentuali al di sopra della media europea. Abbiamo, dunque, dei padri e delle madri che vivono il lavoro dei figli come un’esperienza quasi totalizzante, eppure c’è qualcosa che ancora non riescono a comprendere e sono le nuove figure professionali. È soprattutto il digitale a mettere in difficoltà i genitori: spesso e volentieri non capiscono il senso di alcune occupazioni legate alle nuove tecnologie. In Italia, nello specifico, il professionista più incompreso è l’Attuario (86%), seguito dal Radio Producer (83%) e dall’UI Designer (82%).
Nel resto del mondo, invece, il lavoro meno capito è l’UI Designer (79%), poi l’Attuario (73%) ed il Data Scientist (72%).