La Legge di Stabilità ha confermato anche per il 2017 il super-ammortamento per l’acquisto di beni strumentali. Ma l’aspetto più importante del provvedimento riguarda le agevolazioni per gli investimenti in innovazione tecnologica. 

La finanziaria, infatti, ha inserito un altro bonus per gli imprenditori, ovvero l’iper-ammortamento al 250% per chi acquista beni relativi ad Industria 4.0. Ci innovazione socialesarà, dunque, la possibilità di aumentare del 150% il costo di acquisto di un prodotto tecnologico ai fini della deduzione fiscale.
Uno degli elementi di debolezza dell’ecosistema imprenditoriale italiano è la scarsità di investimenti, specie in materia di innovazione. L’iper-ammortamento dovrebbe stimolare i privati a creare valore sui territori, rendendo le aziende più competitive sui mercati esteri.
C’è grande attesa per capire quali saranno le categorie di beni che rientreranno nelle nuove agevolazioni. Al momento, come riporta Il Sole 24 Ore, nella bozza dell’allegato al provvedimento sono 47 le tipologie di beni ammissibili, con l’esecutivo che sta valutando se estendere ulteriormente il “paniere” di prodotti agli investimenti per la realizzazione di reti a banda ultra-larga.
Per adesso sono quattro le macro-aree all’interno delle quali si inseriscono i beni finanziabili:

  • beni strumentali con funzionamento controllato da strumenti computerizzati e/o gestito tramite opportuni sensori e azionamenti (es. robot o magazzini automatizzati)
  • sistemi per l’assicurazione della qualità e della sostenibilità (es. strumenti per monitorare il consumo energetico o le prestazioni dei prodotti);
  • dispositivi per l’interazione uomo/macchina e per il miglioramento dell’ergonomia e della sicurezza del posto di lavoro in logica 4.0 (es. interfacce uomo-macchina, dispositivi di realtà aumentata, sistema per far comunicare l’addetto ed il sistema produttivo);
  • beni immateriali (es. software, sistemi e/0 system integration, piattaforme e applicazioni) connessi a investimenti in beni materiali Industria 4.0.

Proprio l’inserimento di beni immateriali come i software è una delle principali novità, dal momento che questa tipologia di bene era esclusa dalle agevolazioni del super-ammortamento. Rispetto al precedente sistema di incentivi, invece, vengono esclusi dal super-ammortamento al 140% i veicoli ed i mezzi di trasporto che non vengono utilizzati esclusivamente per l’attività aziendale.