industria alimentare dati

Industria alimentare: giù la produzione nel 2015

L’Istat ha comunicato nella giornata di ieri i dati sulla produzione industriale italiana nel 2015.
Si tratta di rilevazioni tutto sommato positive per l’Italia, se consideriamo che c’è stata una variazione positiva dell’1% rispetto al 2014.

Ci sono, però, alcuni risultati non incoraggianti per il nostro Paese. Uno riguarda il calo della produzione industriale negli ultimi tre mesi del 2015, per effetto della crisi dei mercati emergenti e del rallentamento della crescita americana.
industria alimentare datiL’altro segnale negativo viene dall’industria alimentare. Il comparto, infatti, perde ben 1,7 punti percentuali su base annua anche se, a differenza della produzione industriale, fa segnare un andamento positivo nell’ultimo mese (+0,7%).
La diminuzione della produzione di beni alimentari è un passo indietro per l’agroalimentare italiano, che si spiega soprattutto attraverso la scarsa remuneratività dei prezzi che ha portato molte imprese in questi mesi a ridurre la produzione.
Il calo della produzione dell’industria alimentare rilevato dall’Istat – ha dichiarato il presidente della Cia-agricoltori italiani Dino Scanavinorende ancora più urgente la necessità di un riequilibrio tra le dinamiche di filiera e una riorganizzazione moderna dei rapporti al suo interno; quanto più sarà remunerato e valorizzato il ruolo dell’agricoltura, tanto più il Made in italy agroalimentare sarà competitivo in Italia e nel mondo”.
Il dato stona con il rendimento dell’export agroalimentare, che ha fatto registrare nell’anno appena trascorso una variazione positiva del 7% raggiungendo la soglia di fatturato record di 36 miliardi di euro.
La riduzione della produzione alimentare dovrà portare, però, a delle riflessioni su alcune delle questioni più problematiche del settore come quelle inerenti il rapporto tra produttori ed industrie di trasformazione e distribuzione e quelle riguardanti i costi di produzione.

 

Scrivi un commento, alimenta la discussione