close
Breaking news

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); La presentazion...read more (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Nel 2018 dovreb...read more (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Il neo presiden...read more

Il credito cooperativo a Cascina Triulza: finanza solidale per uno sviluppo sostenibile

Le banche di credito cooperativo rappresentano lo strumento finanziario più importante per i piccoli agricoltori, specie nei paesi in via di sviluppo. I produttori locali molto spesso non riescono ad accedere al credito delle banche tradizionali, a causa delle garanzie richieste e dell’incertezza che caratterizza la produzione agricola.
Per questo motivo Coopermondo, l’associazione per la Cooperazione Internazionale allo Sviluppo promossa da Confcooperative, e Federcasse promuovono una serie di progetti di microcredito e di finanza cooperativa in Sud America ed in Africa.
L’intento è dare slancio all’attività economica delle piccole comunità locali, favorendo uno sviluppo etico e sostenibile. Il credito cooperativo, infatti, agisce secondo i principi della mutualità e del profitto sociale, rinnegando le logiche di tipo speculativo.

Cascina Triulza: il Padiglione del Terzo Settore.
Cascina Triulza: il Padiglione del Terzo Settore.

Sabato 20 giugno l’esperienza del credito solidale è stata al centro di un incontro dal titolo “Finanza cooperativa per lo sviluppo sostenibile”, organizzato da Coopermondo a Cascina Triulza, il padiglione della Società Civile a Milano Expo 2015.
Nel corso dell’evento è intervenuto Giampaolo Cantini, direttore generale della Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, il quale ha invocato la diffusione di una pluralità di strumenti finanziari per sviluppare l’aree maggiormente in difficoltà.
«Il Credito Cooperativo e la microfinanza» aggiunge Cantini «sono forme di finanziamento particolarmente adatte per i piccoli agricoltori e l’agricoltura familiare, il vero asset dell’agricoltura mondiale, che costituisce il 75% di tutta la struttura produttiva globale di generi alimentari».
Sono stati presentati, inoltre, una serie di progetti di cooperazione allo sviluppo e microcredito in paesi come il Perù, il Togo, la Colombia, l’Ecuador.
L’obiettivo, come ha dichiarato il direttore generale di Federcasse, Sergio Gatti, è aiutare persone, famiglie e comunità locali a creare lavoro trasformando l’agricoltura di sussistenza in agricoltura di scambio.
Investire in un territorio non significa, dunque, solo provare a trarre profitto da esso, ma anche dare la possibilità agli operatori locali di migliorare la qualità della vita dell’intera comunità di riferimento. 

Tag:, , , , , ,

No Comments

Scrivi un commento, alimenta la discussione

Story Page