Gardini Confcooperative

Gardini scrive alle cooperative

Il presidente di Confcooperative, Maurizio Gardini, come ogni anno scrive una lettera alle proprie associate ricordando i risultati raggiunti dall’organizzazione di rappresentanza all’interno della Legge di Stabilità.

«L’anno che ci lasciamo – scrive Gardini – ci dà un segno di speranza. L’inversione di tendenza sembra avviata e noi tutti speriamo che prosegua, e in modo più consistente, nel 2016 sia per le imprese, sia per i cittadini»
Gardini_Confcooperative_MicrocreditoCome abbiamo riportato nei giorni scorsi, sono diverse le normative della Legge di Stabilità che portano dei vantaggi concreti alle cooperative per effetto anche dell’azione di rappresentanza svolta da Confcooperative.
Gardini ci tiene in particolare a sottolineare due elementi innovativi:

  • l’Iva al 5% per le prestazioni socio-sanitarie ed educative rese dalle cooperative sociali. Il precedente regime (Iva al 4%) era contrario alla normativa europea; l’Italia rischiava così di incorrere in una procedura d’infrazione.
    Con il nuovo regime Iva al 5% le cooperative hanno evitato l’innalzamento dell’aliquota al 10%, come era stato originariamente paventato, e l’introduzione del regime di esenzione con la relativa impossibilità per le cooperative sociali di detrarsi l’Iva sull’acquisto di beni e servizi.
  • Il chiarimento sul trattamento previdenziale e fiscale dei soci delle cooperative artigiane che instaurano un rapporto di lavoro autonomo.
    I soci che instaurano con la cooperativa un rapporto di lavoro autonomo devono essere inquadrati nella gestione artigiani dell’Inps; come chiariato dal Governo, però, i soci sono comunque configurati come lavoratori dipendenti per evitare che ricadano su di essi oneri quali la tenuta della contabilità e della partita Iva. Sarà, infatti, la cooperativa a svolgere il ruolo di sostenuto d’imposta.

Maurizio Gardini evidenzia come i suddetti risultati possono essere considerati storici per Confcooperative, in quanto frutto di battaglie portate avanti per moltissimi anni.
Il presidente dell’organizzazione di rappresentanza ricorda altri importanti traguardi raggiunti in Legge di Stabilità come l’esenzione IMU per i terreni agricoli posseduti e condotti dagli imprenditori agricoli professionali indipendentemente dalla loro ubicazione e tutta la parte sulla tassazione immobiliare che abbiamo approfondito in un precedente articolo.
Per conoscere tutto il contenuto della lettera scritta dal presidente Gardini potete consultare il sito di Confcooperative.

Scrivi un commento, alimenta la discussione