È partita l’edizione 2017 di Funder 35, il bando per le imprese culturali non profit  lanciato da diciotto fondazioni attive nel campo della cultura e del sociale. 

L’avviso mette a disposizione 2 milioni e 650mila euro per quelle organizzazioni culturali senza scopo di lucro come cooperative e imprese sociali, associazioni culturali e fondazioni, che sono attive da almeno due anni e sono composte prevalentemente da under 35.
L’obiettivo di Funder 35 è intervenire per sanare le lacune principali del settore culturale, ovvero la scarsa capacità organizzativa e la volatilità. Il comparto della cultura necessita al contrario di forti competenze, programmazione e capacità imprenditoriali.
Attraverso Funder 35 si intende fornire alle organizzazioni culturali maggiore stabilità accompagnandole nel loro cammino verso la sostenibilità.

Per questo motivo i vincitori del bando potranno usufruire di contributi a fondo perduto e di un percorso di accompagnamento della durata massima di 3 anni che consentirà loro di essere maggiormente competitivi sul mercato e di rafforzare la propria struttura organizzativa.
Possono partecipare al bando le imprese attive nel campo della produzione artistica/creativa in tutte le sue forme, da quelle tradizionali a quelle di ultima generazione o nell’ambito dei servizi di supporto alla conoscenza, alla valorizzazione, alla tutela, alla protezione, alla circolazione dei beni e delle attività culturali.

Sono ammessi i progetti che mirano a rendere sostenibili nel tempo le imprese proponenti e le loro attività attraverso:

  • azioni mirate al miglioramento/ripensamento della struttura organizzativa (come ad esempio nuovi modelli operativi e strumenti gestionali, iniziative di qualificazione del personale non artistico e dei servizi interni di supporto tramite percorsi di formazione e innesto di competenze manageriali);
  • azioni finalizzate al rinnovamento, anche attraverso l’uso di tecnologie innovative, dei processi e degli strumenti di produzione (funzionali al rafforzamento, all’estensione, alla differenziazione dell’offerta);
  • azioni finalizzate all’introduzione sul mercato di prodotti o servizi di carattere innovativo, in grado di favorire il posizionamento strategico dell’organizzazione;
  • azioni orientate all’attivazione di collaborazioni stabili e aggregazioni/fusioni con altri soggetti del settore nella prospettiva di realizzare economie di scopo e/o di scala.

Le domande di partecipazione vanno presentate online effettuando il login nell’apposita area riservata entro il 23 giugno 2017.