Parte l’edizione 2016 di Funder 35, il bando per le imprese culturali composte da giovani under 35. 

L’iniziativa, nata nel 2012, è promossa da ben 18 fondazioni: Fondazione Cariplo, capofila del progetto, Compagnia di San Paolo, Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Fondazione di Sardegna, Fondazione Cariverona, Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Fondazione bando-funder-35Cassa di Risparmio di Lucca, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Fondazione Cassa di Risparmio di Parma, Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia, Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone, Fondazione CON IL SUD, Fondazione Livorno, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Fondazione Sicilia.
L’intento del bando è sostenere le imprese culturali ed i loro progetti innovativi per un periodo di almeno tre anni, provando a far crescere un ambito come quello della cultura che dipende in via quasi esclusiva dai finanziamenti saltuari di soggetti pubblici e privati.

Possono partecipare a Funder 35 le seguenti organizzazioni senza scopo di lucro:

  • le organizzazioni iscritte ai registri regionali del volontariato;
  • le organizzazioni iscritte ai registri delle associazioni di promozione sociale;
  • le organizzazioni iscritte all’albo nazionale delle ONG;
  • le organizzazioni iscritte al registro delle ONLUS;
  • le cooperative che operano nel settore dello spettacolo;
  • le cooperative sociali;
  • le imprese sociali iscritte all’apposita sezione del registro delle imprese.

Ciascuna di queste imprese deve essere attiva da almeno due anni ed operare nell’ambito della produzione artistica/creativa in tutte le sue forme ed in quello dei servizi di supporto alla conoscenza, alla valorizzazione, alla tutela, alla conservazione, alla circolazione dei beni e delle attività culturali.
Ci sono, però, anche dei requisiti territoriali da rispettare. Sono coinvolti nel bando, infatti, solamente le regioni Basilicata, Calabria, Campania, Lombardia, Molise, Piemonte, Puglia,Sardegna, Sicilia e Valle d’Aosta e le province di Bologna, Modena, Parma e Ravenna in Emilia Romagna, Pordenone e Udine in Friuli-Venezia Giulia, le province della Spezia e di Genova in Liguria, le province di Ascoli Piceno e Ancona nelle Marche, di Firenze, Livorno e Lucca in Toscana, le province di Belluno, Padova, Rovigo, Verona e Vicenza in Veneto.
Funder 35 mette a disposizione delle imprese culturali una cifra complessiva di 2 milioni e 650mila euro per sostenere ed accompagnare le aziende sia sul piano organizzativo che gestionale, premiandone l’innovatività.
Ciascuna organizzazione dovrà presentare un progetto di durata triennale, dal carattere innovativo e dall’elevata sostenibilità. I soggetti selezionati riceveranno un contributo pari al 75% del costo di realizzazione del progetto.
Il bando scade l’1 luglio 2016. Per ulteriori informazioni potete consultare il bando.

Scrivi un commento, alimenta la discussione