È partita la quarta edizione di Welfare in Azione, la call for ideas di Fondazione Cariplo che investe 7,5 milioni di euro per i progetti capaci di innovare i servizi, i processi e la governance del sistema di welfare italiano.

Come abbiamo più volte sottolineato in questa sede, i mutamenti della società impongono un ripensamento del welfare in un’ottica maggiormente comunitaria.
L’emersione di nuove povertà, l’invecchiamento generale della popolazione e l’indebolimento dei legami sociali generano nuovi bisogni ed ampliano la platea di soggetti che necessitano di prestazioni sociali e assistenziali. Il lento sgretolamento del Welfare State e dell’ideologia che ha portato alla sua affermazione nel Secondo Dopoguerra apre le porte a nuove esperienze di welfare che partono dal basso e coinvolgono più attori, con il mondo del non profit a svolgere un ruolo di primo piano.

bando welfare in azione 2017Il bando Welfare in Azione si muove in questa direzione stimolando progetti innovativi nel campo welfare comunitario e dell’innovazione sociale e soprattutto cercando di potenziare quei progetti che rischiano di perdersi nella frammentazione locale.
Fondazione Cariplo investe in questa iniziativa 7,5 milioni di euro accompagnando i vincitori nella fase di realizzazione del progetto. Questi ultimi firmeranno una convenzione annuale che consentirà di rinegoziare l’importo di anno in anno in base a quanto già realizzato e quanto ancora da realizzare. La durata dell’iniziativa è di tre anni.
Sono ammissibili solo i progetti che:

  • si svolgono all’interno delle Province della Regione Lombardia, Novara e Verbano Cusio Ossola;
  • vengono presentati entro la data di scadenza (30 giugno 2017);
  • sono proposti da un capofila ammissibile e da una rete territoriale rappresentativa di soggetti pubblici e privati.

La dimensione economica minima dell’intervento è di 1 milione di euro con Fondazione Cariplo a coprire fino al 60% dei costi complessivi.
Il bando si svolgerà in tre fasi. Alla Call for ideas che si concluderà il 30 ottobre con la selezione delle idee migliori faranno seguito gli studi di fattibilità e la realizzazione del progetto che, come accennato in precedenza, sarà finanziato in tre anni attraverso anche la promozione di un piano di fundraising di comunità.