close
Breaking news

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); La presentazion...read more (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Nel 2018 dovreb...read more (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Il neo presiden...read more

Ddl Stabilità, Renzi: “Per i giovani professionisti provvedimenti ad hoc”

Ve ne abbiamo parlato ieri. La polemica sulle partite Iva e sui freelance, in seguito al varo della Legge di Stabilità, diventa sempre più fitta. Tant’è vero che oggi, il premier Matteo Renzi, è dovuto intervenire sulla questione. Il Presidente del Consiglio ha parlato ai microfoni di Rtl 102.5, commentando le principali misure della Legge di Stabilità e riservando una rassicurazione alle categorie maggiormente penalizzate dal DDl: “Sul tema delle partite Iva ci sono dei passi importanti, soprattutto per gli artigiani ed i commerciati, sui giovani professionisti c’è ancora da lavorare e ci lavoreremo nei prossimi mesi perchè io sono il primo a non essere profondamente soddisfatto di come è uscito il testo”.

orlandoUn impegno importante ed una dichiarazione di insoddisfazione quella espressa da Renzi. Il popolo delle partite Iva è stato uno dei più grandi sostenitori del Renzi della prima ora. Si tratta di giovani tra i 30 ed i 40 anni voglioso di rinnovare questo Paese e di farlo attraverso le proprie capacità professionali.
Le aspettative di questa categoria erano elevate. Adesso, invece, partite Iva e freelance si dichiarano profondamente delusi dal Jobs Act e sono in rivolta per l’aumento della tassazione che li colpirà dal 2015 in poi.
Più contributi previdenziali, più tasse ed un regime dei minimi rivoluzionato. Una manovra che rischia di far collassare il sistema dei giovani liberi professionisti. Renzi, questa volta, ha compreso che non può rimanere indifferente di fronte alla protesta che monta. Ne va della sua credibilità politica.

Il giovane avvocato, l’architetto o il giornalista freelance hanno aspettato per anni una rivoluzione liberale. Matteo Renzi si era presentato con l’identikit giusto: ecco perchè, adesso, la delusione è ancora più profonda ed il risentimento difficile da sopprimere.
Meno rappresentanza (i freelance sono tra le categorie meno rappresentate dai sindacati), meno diritti e più tasse. No, questo il popolo delle Partite Iva non può accettarlo.
Il premier dichiara di assumersi personalmente la responsabilità di un provvedimento ad hoc per i giovani liberi professionisti. Su questo punto si gioca tanto, probabilmente anche la sua prossima riconferma a Palazzo Chigi.

Tag:, , , , ,

No Comments

Scrivi un commento, alimenta la discussione

Story Page