Ogni impresa vitivinicola dedica in media 100 giornate lavorative per adempiere alle pratiche burocratiche. Controlli sanitari, certificazioni e pratiche di vario genere portano allo sfinimento gli operatori del settore. 

Il nuovo Testo unico del vino, entrato in vigore oggi, nasce proprio con l’obiettivo di ridurre la burocrazia per gli operatori del settore. Secondo Coldiretti con il nuovo provvedimento ci sarà un abbattimento del 50% dei tempi burocratici.
Il Testo unico del vino effettua innanzitutto un’azione di razionalizzazione ricomprendendo in un’unica legge di 90 articoli tutte le disposizioni in materia di vino coopproduzione e commercializzazione del vino.
Una delle principali novità riguarda i controlli. Sono circa 20 gli enti con i quali si devono confrontare quasi quotidianamente gli operatori vinicoli. Il Testo unico impone il coordinamento dei controlli e la condivisione delle informazioni per evitare che le aziende siano sottoposte a verifiche ripetute e ripetitive.
Tutti i risultati dovranno confluire nel Registro unico dei controlli dove verrà riportata ogni informazione sugli operatori.
Il principio della semplificazione viene adottato anche sul piano delle sanzioni. Viene introdotto, infatti, il cosiddetto “ravvedimento operoso” che trasforma in multe ridotte tutte le sanzioni amministrative comminate per irregolarità solo formali.

Ma l’operazione effettuata dalle istituzioni italiane con il Testo unico non è solo di semplificazione burocratica, ma riguarda a 360 gradi tutto il comparto vinicolo. Si agisce, ad esempio, anche sul versante della tutela della tradizione dei vini italiani, con delle azioni per la salvaguardia dei vigneti eroici e storici. Sono previsti inoltre specifici interventi di ripristino, recupero e salvaguardia dei vigneti situati in aree a rischio idrogeologico o di particolare pregio paesaggistico.
Migliorerà anche la tracciabilità: saranno introdotti, infatti, dei sistemi di informazione sull’etichetta che attraverso il Qr code aiuteranno il consumatore a capire la provenienza del vino.