Il Ministero delle attività culturali e del turismo ha indetto un bando per la concessione di beni immobili appartenenti al demanio culturale dello Stato. 

Nello specifico l’avviso si rivolge ad associazioni e fondazioni dotate di personalità giuridica, non perseguenti fini di lucro e che possiedono le seguenti caratteristiche:

  • previsione, tra le finalità principali definite per legge o per statuto, dello svolgimento di attività di tutela, di promozione, di valorizzazione o di conoscenza del patrimonio culturale;
  • documentata esperienza almeno quinquennale nel settore della tutela e della valorizzazione del patrimonio culturale;
  • documentata esperienza nella gestione, nell’ultimo quinquennio antecedente alla pubblicazione del presente Avviso, di almeno un immobile culturale, pubblico o privato.

I partecipanti dovranno presentare un progetto per massimo tre siti. La proposta progettuale dovrà contenere una serie di aspetti roma culturafondamentali per l’assegnazione della concessione.
Dovrà essere specificato, innanzitutto, il tipo di intervento di restauro e di conservazione che si intende praticare, con i relativi costi e tempi di realizzazione. In secondo luogo dovranno essere esplicitate le modalità di fruizione pubblica del bene e di valorizzazione, con la possibilità di coinvolgere anche altri siti culturali ed enti particolarmente attivi sul territorio.
L’organizzazione partecipante dovrà, infine, indicare il prezzo dell’eventuale biglietto per accedere al sito, il piano finanziario ed il canone annuale.
La concessione avrà comunque una durata minima di 6 anni e una massima di 10 anni. Qualora, però, gli interventi di restauro si dimostrino particolarmente complessi, la concessione potrà durare fino a massimo 19 anni.
Il criterio di aggiudicazione della concessione sarà quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Le domande di partecipazione potranno essere presentate entro e non oltre le ore 12:00 del 16 gennaio 2017 e potranno essere recapitate via PEC all’indirizzo mbac-dg-mu@mailcert.beniculturali.it, tramite raccomandata o a mano esclusivamente dal lunedì al venerdì, dalle 9.30, alle 12.30 e dalle 14.30 alle 16.30, presso la Segreteria della Direzione generale Musei.