Now Reading: Bce pronta ad acquistare titoli di stato. Le misure di Draghi per combattere l’inflazione

Loading
svg
Open

Bce pronta ad acquistare titoli di stato. Le misure di Draghi per combattere l’inflazione

9 Gennaio 20152 min read

L’Unione monetaria ed economica hanno bisogno di una scossa. Lo ha capito Mario Draghi, presidente della Bce. I dati sulla deflazione e le speculazioni su una possibile “Grexit” impongono dei provvedimenti immediati per rilanciare l’economia e dare fiducia agli investitori.
Per questo motivo si fa sempre più strada l’ipotesi dell’applicazione del cosiddetto full Quantitative easing. Si tratta di una misura eccezionale di politica monetaria attraverso la quale la Bce acquisterebbe titoli di stato per immettere moneta sul mercato.
In un momento di deflazione come questo, appare fondamentale restituire fiducia ai consumatori, aumentando la liquidità disponibile.

eurogruppoA confermare la possibilità di un simile intervento è stato lo stesso Draghi con una risposta scritta ad alcuni parlamentare europei. Secondo il vertice della Bce il full quantitative easing sarebbe obbligatorio in caso di deflazione prolungata ed auspicato da parte di molti paesi.
Non è un caso che tale notizia abbia provocato la reazione positiva dei mercati, con Piazza Affari a +3,69% dopo tre giorni molto negativi. Anche le altre borse europee hanno avuto un rialzo: Parigi, ad esempio, non ha risentito dell’attentato a Charlie Hebdo e ha fatto segnare un +3,59%.

Segnali positivi, dunque, che potrebbero anche influenzare la decisione del consiglio direttivo della Bce.
Non sarebbe, invece, particolarmente convinta dell’acquisto dei titoli di stato la Germania di Angela Merkel. Da Berlino fanno sapere di non temere particolarmente i dati sull’inflazione riportati da Eurostat, valutandoli solo come un effetto del ribasso del prezzo del petrolio.
Al contrario la Germania valuta negativamente l’immissione di moneta poichè potrebbe rendere meno urgenti agli occhi di Italia e Francia, le riforme strutturali considerate necessarie per il rilancio dell’Eurozona.
Ovviamente nei prossimi giorni dovranno essere valutati i criteri e le modalità di applicazione del full Quantitative easing per poter comprendere a pieno l’efficacia di questa misura.

Sostieni la voce libera della cooperazione

Cari lettori e sostenitori della cooperazione,

Cooperative Italia è nato con una missione chiara: offrire una piattaforma informativa dedicata ai temi della cooperazione, economia, lavoro, agricoltura, terzo settore, innovazione sociale e innovazione d'impresa. Da sempre, ci impegniamo a fornire contenuti accurati, approfonditi e imparziali, perché crediamo in un media libero e indipendente.

Se condividete la nostra visione e la nostra passione, vi invitiamo a sostenerci. Ogni contributo, anche il più piccolo, fa la differenza.

svg

What do you think?

Show comments / Leave a comment

Leave a reply

svg