non-profit

Il bando per diventare Ambasciatore dell’Economia Civile

Il Festival Nazionale dell’Economia Civile ha indetto il Premio Imprese per l’Economia Civile, destinato alle aziende che si sono particolarmente distinte per l’approccio di sostenibilità ambientale e sociale applicato all’interno dei propri processi produttivi.

Le imprese vincitrici riceveranno il titolo di azienda Ambasciatrice dell’Economia Civile 2021 e potranno presentare le proprie pratiche virtuose nel corso del Festival Nazionale dell’Economia Civile che si terrà a Firenze dal 24 al 26 settembre 2021. Possono partecipare al bando le imprese provenienti da tutti i comparti produttivi fatta eccezione per i settori: petrolifero, azzardo, tabacco e aziende che non hanno strategie e comportamenti rispettosi delle persone e dell’ambiente.

Ogni azienda dovrà fornire una descrizione del progetto, attività o gestione, che ha
realizzato o sta realizzando e che reputa particolarmente significativa come esempio di economia civile (max 3 cartelle). Non sono ammessi progetti o attività non ancora realizzati. E’ consentito allegare fino a 5 file con immagini, approfondimenti tecnici, presentazioni Power Point, articoli stampa relativi alle attività realizzate.

Le domande di partecipazione dovranno essere presentate entro le ore 23,59 del 13 agosto 2021 compilando il modulo online e il Questionario di Autovalutazione .

Oltre al premio per gli imprenditori quest’anno il festival propone anche dei bandi per le migliori startup, le migliori scuole e i migliori comuni sui temi della sostenibilità ambientale, della solidarietà e dell’innovazione sociale.

Il Festival dell’Economia Civile 2021

Il Festival Nazionale dell’Economia Civile, giunto ormai alla terza edizione, è diventato un interessante laboratorio di proposte per il futuro del Terzo settore grazie alla presenza di esponenti di spicco del mondo istituzionale, accademico, imprenditoriale e sociale.

Il tema di quest’anno sarà  “Alla ricerca di senso. Persone, lavoro, relazioni”. L’intento dell’iniziativa è quello di rileggere, attraverso i dettami dell’Economia Civile, la pandemia che stiamo vivendo e la contestuale crisi di carattere economico e sociale. Non mancheranno poi le riflessioni sul PNRR italiano, in particolare sugli asset strategici che riguardano da vicino l’universo del Terzo settore: digitalizzazione e innovazione, transizione ecologica, inclusione sociale.

Scrivi un commento, alimenta la discussione