close
Breaking news

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); La presentazion...read more (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Nel 2018 dovreb...read more (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Il neo presiden...read more

Banda larga: Italia penultima in Europa

L’Italia si trova al penultimo in Europa per velocità media della propria connessione ad Internet, che è pari a 6,4 Mbps.
Il Rapporto sullo Stato di Internet pubblicato da Akamai e riferito al secondo trimestre del 2015 fotografa ancora una volta il livello di arretratezza dell’Italia in materia di banda larga e di diffusione della connettività veloce.

startupNegli ultimi mesi ci sono stati dei miglioramenti che, però, non sono stati sufficienti per evitare all’Italia il penultimo posto a livello europeo e al 69° a livello mondiale.
Nello specifico la velocità media di connessione è cresciuta del 4,1% rispetto al trimestre precedente e del 12% su base annua, così come è aumentato il numero di connessioni a banda larga (+13% rispetto allo stesso periodo nel 2014).
C’è un dato, però, che spiega alla perfezione lo stato di internet in Italia: solamente il 3% delle connessioni superano i 15 Mbps, una cifra che colloca il nostro Paese al 44° posto su scala mondiale. A questo si aggiunge il fatto che solo il 21% dei cittadini italiani possiede una connessione a banda larga contro il 64% della media europea.
Nonostante il Piano banda ultra larga, varato di recente dal Governo Renzi, l’Italia dovrà compiere ulteriori e più veloci passi in avanti per scalare la classifica e raggiungere gli obiettivi posti dall’Agenda Digitale Europea 2020, che mira a coprire entro cinque anni il 100% della popolazione con una connessione di 30 Mbps ed il 50% con almeno 100 Mbps.
Allo stato attuale sembra davvero un miraggio per l’Italia riuscire a raggiungere questi livelli, fondamentali per lo sviluppo di un’economia digitale degna di questo nome.

Tag:, , , ,

No Comments

Scrivi un commento, alimenta la discussione

Story Page