L’Agenzia del Demanio, con la collaborazione del Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo (Mibact) e del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti (Mit), metterà a disposizione del non profit più di 300 beni immobili nei prossimi tre anni, affinché vengano recuperati e utilizzati per attività turistiche.

L’obiettivo del progetto, chiamato Cammini e Percorsi, è favorire lo sviluppo del cosiddetto turismo lento, ovvero trasformare questi beni in punti di ristoro e di rigenerazione-urbanainformazione per turisti, pedoni e ciclisti. Le strutture oggetto dei bandi sono collocate, per l’appunto, lungo percorsi ciclo-pedonali e storico religiosi.
Sono otto, nello specifico, gli itinerari prescelti:

Ciclopista del Sole32 immobili
Il tracciato, lungo circa 3000 Km, attraversa da nord a sud 12 Regioni, interessando 414 Comuni, dal Brennero a Santa Teresa di Gallura.

Via Francigena – 18 immobili
La via percorsa dai pellegrini per raggiungere Roma dall’Europa del nord e imbarcarsi dalla Puglia verso la Terra Santa. Lungo quasi 4000 Km, il tracciato attraversa 10 Regioni e più di 240 Comuni.

Ciclovia VenTo – 15 immobili
Da Venezia a Torino in bicicletta sugli argini del Po, attraversando Veneto, Emilia Romagna, Lombardia e Piemonte e passando per 120 Comuni.

Ciclovia Acqua11 immobili
Circa 500 Km lungo il canale principale dell’Acquedotto Pugliese, su strade già percorribili attraverso Campania, Basilicata e Puglia. Interessa 68 Comuni.

Via Appia – 9 immobili
La storica via romana che conduce verso i porti pugliesi. Il tracciato è lungo quasi 600 Km e attraversa Lazio, Campania, Basilicata e Puglia, passando per 39 Comuni.

Cammino di Francesco – 3 immobili
Itinerario culturale e spirituale legato al Santo di Assisi: oltre 450 Km attraverso la Toscana, l’Umbria e il Lazio, alla scoperta di eremi e santuari, passando per 36 Comuni.

Cammino di San Benedetto – 1 immobile
Dall’Umbria alla Campania sulle tracce di San Benedetto da Norcia in 20 tappe, camminando per circa 400 Km.

Itinerari riconosciuti a livello locale – 14 immobili
Tracciati di tipo storico-religioso e ciclopedonale, come il Cammino Celeste, il Cammino Micaelico, il Regio Tratturo Magno, il Regio Tratturo Pescasseroli – Candela, la Via Lauretana, l’Alpe Adria e l’Adriatica.

Nei prossimi mesi uscirà il primo bando, al quale potranno partecipare  le imprese, le cooperative e le associazioni composte principalmente da under 40. Nel 2017 verrà assegnati 107 beni, di cui 43 di proprietà dello Stato, 50 degli enti territoriali e 10 dell’Anas.
L’Agenzia del Demanio ha scelto di collaborare con imprese e cittadini per la scrittura dei bandi. Per questo motivo fino al 26 giugno sarà aperta sul sito dell’Agenzia una consultazione pubblica che raccoglierà idee e consigli sugli avvisi da pubblicare.
Nei prossimi mesi, inoltre, saranno organizzati degli Open Day nelle località che ospitano i beni messi a disposizione del non profit.
Per ulteriori informazioni potete consultare la pagina ufficiale del progetto.