2 per mille associazioni culturali 2021

2 per mille: l’elenco delle associazioni culturali iscritte nel 2021

Il 2 per mille può essere uno strumento molto importante per sostenere le associazioni culturali italiane. Come sappiamo il mondo della cultura è stato uno dei più colpiti dalla pandemia: migliaia di lavoratori dello spettacolo sono rimasti senza lavoro e tantissime imprese del settore culturale hanno dovuto ridimensionarsi dovendo fare i conti con le restrizioni imposte dal Covid e con un sistema di sostegni governativi insufficienti per la gravità del momento.

Per questo motivo dopo la parentesi del 2016 il Governo ha deciso di re-introdurre, sempre in forma sperimentale, il 2 per mille per le associazioni culturali.

Che cos’è il 2 per mille per la cultura

Quest’anno, dunque, non solo i partiti politici ma anche le associazioni culturali possono usufruire del 2 per mille. Ma di cosa si tratta nello specifico? I contribuenti possono decidere, in sede di dichiarazione dei redditi, di destinare una quota pari al 2 per mille della propria imposta sul reddito a favore di un’associazione culturale.

Se siete dei lavoratori dipendenti, ad esempio, tra le varie voci da compilare nel modello 730 ci saranno quelle riguardanti l’8 per mille dedicato allo Stato o alle confessioni religiose, il 5 per mille rivolto al non profit o alla ricerca scientifica e infine per l’appunto il 2 per mille, nato per finanziare attraverso contributi dei cittadini il mondo dei partiti politici e (adesso) della cultura.

Per quanto riguarda quest’ultimo ambito, come riporta sul proprio sito l’Agenzia delle Entrate, per esprimere la scelta a favore di una delle associazioni culturali ammesse al beneficio, il contribuente deve apporre la propria firma nell’apposito riquadro presente nella scheda indicando il codice fiscale dell’associazione cui vuole destinare la quota del due per mille. La scelta deve essere fatta per una sola delle associazioni culturali beneficiarie.

La dicitura che trovate nella sezione del modello 730 dedicata al 2 per mille.

L’elenco delle associazioni culturali iscritte al 2 per mille

Non tutte le associazioni, però, possono ricevere questo contributo. Lo scorso 16 aprile il Ministero dei Beni Culturali ha pubblicato i requisiti di ammissione. Possono partecipare le associazioni senza scopo di lucro di cui al libro I del codice civile che:
a) abbiano, secondo il rispettivo atto costitutivo o statuto, la finalità di svolgere e/o promuovere
attività culturali;
b) risultino esistenti da almeno 5 anni al momento della presentazione della domanda di cui al
comma 2 del presente articolo.

Le associazioni hanno avuto circa dieci giorni di tempo per poter presentare la domanda (la scadenza era fissata per il 26 aprile). Lo scorso 10 maggio il Ministero ha pubblicato l’elenco delle
associazioni culturali che hanno presentato istanza di iscrizione o dichiarazione di conferma dei
requisiti.

Il legale rappresentante dell’ente richiedente avrà tempo fino al 21 maggio 2021 per chiedere la rettifica di eventuali errori di iscrizione inviando una comunicazione alla casella di posta elettronica duepermille@beniculturali.it mediante la propria e-mail di registrazione al Portale Procedimenti.

Entro il 10 giugno 2021 il Ministero dei Beni Culturali trasmetterà poi gli elenchi definitivi relativi ai soggetti ammessi al riparto e a quelli esclusi, alla Presidenza del Consiglio dei Ministri per la pubblicazione sul proprio sito web e all’Agenzia delle Entrate per la determinazione degli importi spettanti a ciascuna associazione in base alle scelte effettuate dai contribuenti.

Qui di seguito trovate l’elenco pubblicato dal Ministero di tutte le associazioni culturali che hanno presentato domande di iscrizione. Qualora dovesse mancare la vostra associazione culturale avete tempo fino al 21 maggio 2021 per segnalare l’eventuale errore al Ministero.

Scrivi un commento, alimenta la discussione